«

»

feb 20

Quality Early Childhood Services for All: Addressing Disparities in Access for Children from Migrant and Low-Income Families

TfieySelectedRaccoglie una selezione di testi presentati e discussi nel primo meeting internazionale di Ghent (21-23 gennaio 2013). Insieme delineano il problema: come si configura oggi l’accessibilità ai servizi per la prima infanzia, gli ostacoli, le barriere. Insieme negano risposte necessarie ai bambini poveri e deprivati. Il primo contributo (Accessibility of Early Childhood Education and Care for children from ethnic minority and low-income families, di Michel Vandenbroeck e Arianna Lazzari) si focalizza sui fattori che spiegano il diverso utilizzo dei servizi: le politiche per l’infanzia e la famiglia, le risposte di cura e di educazione, la composizione e le caratteristiche delle famiglie. Il secondo contributo (The impact of Early Childhood Education and Care on cognitive and non-cognitive development. A review of European studies, di Arianna Lazzari e Michel Vandenbroeck) presenta una sintesi degli studi che hanno considerato gli effetti positivi dell’accesso sullo sviluppo cognitivo e relazionale dei bambini.

Il contributo di Peter Moss si concentra sull’offerta pubblica e di mercato nel paper “Early childhood education and care: a very peculiar market?”. L’ultimo contributo (Putting the child-centred investment strategy to the test: Evidence for the EU27, di Wim Van Lancker) si chiede se e quanto è possibile investire nei servizi per la prima infanzia.

Scarica il documento

Collana Selected papers