«

»

apr 02

Livelli essenziali per i diritti dell’infanzia: il garante ha presentato il documento di proposta

Lo scorso 30 marzo è stato presentato dal Garante per l’infanzia e l’adolescenza Vincenzo Spadafora il documento di proposta per la definizione i livelli essenziali delle prestazioni (LEP) concernenti i diritti civili e sociali dei bambini e degli adolescenti. Il documento è stato elaborato dal Tavolo promosso dall’Authority su impulso della rete “Batti il cinque!”, con il coinvolgimento dei Garanti regionali e di altre realtà associative ed esperti del settore.

Alla base del documento la consapevolezza che in Italia manca una strategia politica che definisca le modalità per garantire prestazioni ovunque e a tutti i soggetti da 0 a 18 anni, come stabilito in materia di diritti civili sia dalla Costituzione sia dalla Convenzione Onu sui diritti dell’infanzia. Nel nostro paese, infatti, permangono: disparità di trattamento tra regioni e in certi casi da zona a zona, impossibilità di avere alcune prestazioni, assenza di standard strutturali e di strumenti normativi.

“Il lavoro nasce con un approccio partecipato – fa sapere il Garante -: ricevendo contributi e commenti. Questo documento è un primo tentativo di sintesi: non pretende di essere esaustivo, né completo, quanto piuttosto rappresentare un primo esercizio, un documento sul quale lavorare ulteriormente, senza perdere però, l’impianto proposto”.